L’uso della Cromoterapia nella vita quotidiana

francesca Senza categoria

Quando i colori migliorano il nostro benessere.

La vita quotidiana ci sottopone a fonti di stress continui, spesso non ci rendiamo conto che bastano pochi accorgimenti per stare meglio con noi stessi e con l’ambiente che ci circonda.

Più ci sentiamo stressati e più ci circondiamo di oggetti, di acquisti, di relazioni superficiali, senza comprendere che il dispendio di energie che ne deriva, ci porta ad un “consumo” interiore.

In nostro aiuto possono concorrere diverse tecniche di rilassamento, tra cui tecniche di respirazione, di meditazione, ma anche tecniche ambientali.

Quando scrivo tecniche ambientali, mi riferisco a strategie che possiamo mettere in atto nel nostro ambiente, come l’uso di musiche, profumi, luci ad hoc.

Tra le tecniche sopra citate, voglio portare la vostra attenzione alla Cromoterapia.

Che cos’è la Cromoterapia?

La cromoterapia è una teoria e una tecnica secondo la quale si possono trattare alcuni disturbi, con l’utilizzo di luci colorate.

Il principio base sta nel ritenere che le vibrazioni emesse dai fasci di luce colorata si sovrappongono con le vibrazioni energetiche emesse dal corpo del soggetto, influenzandosi a vicenda.

E’ quindi possibile stimolare o indurre passività nel soggetto, attraverso l’uso di luci colorate.

Tuttavia senza arrivare ad un uso terapeutico, il soggetto può avvalersi di luci e non solo, anche di colori nel proprio ambiente per raggiungere uno stato di benessere globale.

Basti pensare all’uso dei colori caldi e dei colori freddi nelle proprie abitazioni.

Di seguito prenderò in esame una serie di colori che spesso si ritrovano all’interno delle abitazioni o degli ambienti di lavoro, in modo da aprire una riflessione in merito.

Sarebbe opportuno cercare di utilizzare colori pastello, in quanto sono riposanti per la nostra vista.

Il blu: è il colore della calma e della contemplazione, ci richiama all’idea della notte, durante la quale ci si riposa e quindi ci si ricarica. Questo colore induce alla tranquillità e al riposo, pertanto è consigliato l’utilizzo nelle zone notte della casa.

L’azzurro: è un colore spirituale e calmante, richiama il cielo e il mare, dona un effetto riposante.

Il verde: è il colore della natura, richiama la speranza e l’energia. E’ fonte di equilibrio. E’ un colore consigliato degli ambienti scolastici, negli uffici e in ambienti dove è fondamentale mantenere un equilibrio psicofisico.

Il Giallo: è il colore del sole, della luce. Stimola l’allegria e la comunicazione, ha un effetto tonico e antidepressivo. Consiglio l’uso di questo colore in cucina, perchè aiuta ad attivarsi e stimola la produzione di succhi gastrici e di conseguenza la digestione.

Il Rosso: è il colore della passione. E’ necessario usarlo in piccole dosi, perchè può risultare anche angosciante in quanto richiama il colore del sangue e stimola l’aggressività.

Il Bianco è uno dei colori neutri che richiama luce, freschezza, spiritualità ed igiene. E’ un colore molto riposante e rinfrescante. Se si utilizza in ambienti molto caldi, regala la percezione di sentire qualche grado in meno sulla propria pelle.

Il nero è il secondo colore neutro, ma al contrario del bianco, andrebbe usato con parsimonia, in quanto può suscitare sentimenti di tristezza.

Tutti i colori suscita emozioni, sta a noi comprendere di cosa abbiamo bisogno, ricordando che il benessere sta nell’equilibrio tra le parti.